recuperare file cancellati gratis

Recuperare file cancellati accidentalmente – I 4 migliori programmi gratuiti

Con la guida di oggi andrò ad indicarti i migliori programmi per recuperare file cancellati e cerchiamo di scoprire quale fa al caso tuo.

Hai cancellato per sbaglio alcuni file molto importanti che avevi sul tuo PC o sul tuo smartphone? Capita a tutti, non ti preoccupare, ad ogni modo sappi che non è ancora detta l’ultima parola. Se la porzione di memoria su cui erano ospitati i file non è stata ancora sovrascritta da altri dati, puoi ancora sperare in un loro recupero.

Esistono dei software, anche gratuiti, che permettono di scansionare qualsiasi tipo di unità (hard disk meccanici, SSD, microSD, chiavette USB ecc.) e di recuperare i file che sono stati cancellati da questi ultimi. Ovviamente non si tratta di prodotti miracolosi: se le porzioni di memoria su cui erano ospitati i file sono state occupate da altri dati, non c’è nulla da fare, se non rivolgersi a centri specializzati, ma di questo avremo modo di parlare in altre occasioni.

Per il momento concentriamoci sui programmi per recuperare file cancellatie cerchiamo di scoprire qual è che fa maggiormente al caso tuo. Ce ne sono davvero per tutti i gusti e tutte le necessità. Che tu abbia un PC Windows, un Mac, un computer equipaggiato con Linux o uno smartphone/tablet di qualsiasi marca, riuscirai sicuramente a trovare qualcosa che fa per te. Buona lettura e in bocca al lupo per il recupero dei tuoi dati!

Recuva

recuperare file cancellati

Recuva è uno dei programmi per recuperare file cancellati più utilizzati in ambito Windows. È gratuito ed è disponibile in due versioni: una “tradizionale” che prevede una procedura d’installazione standard (e propone il download di software aggiuntivi, tipo CCleaner che è realizzato dalla stessa casa produttrice) e una portatile che invece si può utilizzare senza effettuare procedure d’installazione. Il programma supporta tutti i dispositivi: hard disk meccanici, SSD, microSD, smartphone, tablet, lettori MP3, chiavette USB ecc. e tutti i file system ed è estremamente facile da usare. Permette infatti di scegliere, tramite una comoda procedura guidata, le tipologie di file da recuperare e le unità da scansionare.

Per entrare più nel dettaglio, dopo aver avviato Recuva devi cliccare sul pulsante Avanti e devi scegliere le tipologie di file da recuperare: tutti i fileimmaginimusicadocumentivideofile compressi o email. Successivamente, devi scegliere se recuperare i dati da tutte le unità connesse al PC (scegliendo l’opzione non sono sicuro), da card multimediali o iPod, dalla cartella dei documenti, dal cestino, da CD/DVD o da una posizione specifica da indicare tramite l’apposito pulsante.

Superato anche questo step, pigia sui pulsanti Avanti e Avvia e attendi che ti venga mostrata la lista dei file recuperabili. I file contrassegnati con il pallino verde sono quelli che si possono recuperare al 100%, quelli contrassegnati con il pallino giallo si possono recuperare ma probabilmente sono danneggiati, mentre quelli con il pallino rosso accanto non si possono recuperare. Una volta selezionati i file da ripristinare, clicca sul pulsante Recupera, seleziona la cartella in cui esportarli e il gioco è fatto.