Come caricare correttamente la batteria dello smartphone

Come caricare correttamente la batteria dello smartphone

In questo articolo voglio parlare di un argomento molto importante,spesso sottovalutato da molti di voi e rispondere soprattutto alla domanda che mi fate praticamente più spesso, dovunque sui social: Facebook, Instagram,Telegram e nei commenti dei video su Youtube,dappertutto! e me la fate in tante salse diverse “ma è vero che bisogna caricare lo Smartphone quando arriva ad una determinata percentuale ? Ma è vero che la ricarica wireless fa male? Oggi andremo proprio a vedere come caricare correttamente la batteria dei nostri dispositivi che siano smartphone che siano Tablet che siano computer, andremo anche a sfatare un sacco di miti falsi e andremo a vedere tutti i suggerimenti per far durare al massimo la vita delle nostre batterie.

Come caricare correttamente la batteria dello smartphone

Senza girarci troppo intorno direi di partire dalla domanda più importante di tutte che ci fa anche capire un sacco di cose e sfatare un sacco di miti falsi: Quando conviene caricare la batteria dello smartphone? la risposta è molto più semplice di quello che potreste aspettarvi ovvero “quando vi pare” l’importante è che manteniate un range di batteria dal 20% al 80% il più possibile. 

Vi siete mai domandati perché il risparmio energetico per esempio su iPhone si attiva automaticamente o almeno vi chiede se volete attivarlo quando arrivate al 20% e si disattiva automaticamente quando la batteria raggiunge l’80%? beh,proprio per questo motivo!

Credo che nessuno riesca a mantenere sempre la batteria tra il 20 e l’80%, certe volte va sotto, certe volte sfora l’80%. Ma va bene lo stesso. Non fatevi troppi problemi. L’importante è che non sia un’abitudine e che “soprattutto non lo facciate volutamente perché avete dato retta a qualche mito che vi diceva di fare così”.

Avendo già dato questa definizione riusciamo a sfatare tantissimi miti falsi:

  1. Il primo mito da sfatare è quello che dice di caricare al 100% la batteria di uno smartphone appena acquistato. Non è assolutamente vero,non serve a niente e soprattutto può far male alla batteria perchè come abbiamo visto supera il range dell’ 80%. Infatti non a caso (di solito) quando comprate un telefono lo trovate con una percentuale di batteria che va dal 40% al 60%. Personalmente nemmeno una volta l’ho trovata con un livello di batteria dello 0% o 100% .
  2. Il secondo mito da sfatare è quello che dice di far scaricare completamente la batteria allo 0% prima di ricaricarla. Anche qua abbiamo detto che il range è quello lì e quindi è sbagliato farla scendere volutamente sotto il 20%.
  3. Il terzo mito è quello che dice invece che “fa male caricare lo smartphone più volte nel corso della giornata, per aumentare leggermente la batteria“. No è assolutamente falso, anche questo! fare delle piccole ricariche per guadagnare un 10-15-20% più volte nella giornata non è dannoso! anzi; se lo fate sempre per mantenere il range del 20-80% state solo facendo una cosa positiva per la vita della vostra batteria.

Molte persone tra cui anche io, diversi anni fa “insisteva nel farlo scaricare ancora un po’ di più e metterlo a caricare una sola volta per bene durante la notte” ma perché? di fondo c’è una convinzione sbagliata che è quella dei cicli di ricarica di una batteria.

Ciclo di ricarica: Cos’è e come funziona

come caricare correttamente la batteria dello smartphone

Ma come funzionano veramente questi cicli di ricarica? un ciclo di ricarica è quando viene utilizzato il 100% della batteria. Il 100% però non deve essere per forza utilizzato in una giornata e non deve essere per forza dal 100% allo 0%. Se durante la giornata scaricate il 60%, poi lo ricaricate durante la notte fino a raggiungere il 100% e il giorno seguente utilizzate il 40%, allora si può definire 1 ciclo di ricarica (si somma il 60% del giorno prima più il 40% del giorno dopo).

Altro esempio: se voi utilizzate solo il 20% di batteria al giorno vi ci vorranno ben 5 giorni per consumare il 100% e quindi completare un ciclo di ricarica. Quindi un ciclo di ricarica va in base alla percentuale quindi caricatelo quando volete,l’importante è non scendere sotto il 20%.

Domande comuni:

A questo punto la domanda successiva che viene in mente è: “Fa male però caricarlo al 100% sempre, durante la notte?” come vi ho detto non è l’ideale perché supera il range dell 80%,però al contrario di come dicono in molti, “la batteria non si rovina se continuate a caricarla dopo che ha già raggiunto il 100%” questo perché lo smartphone è intelligente e quando arriva al 100% non chiede più la carica. Proprio per questo, quando vi svegliate sentite spesso che il caricatore a muro non è caldo,come se non funzionasse, proprio perché lo smartphone è già arrivato al 100% e non chiede più nuova carica.

Cosa succede però in questi casi? succede che quando arriva al 100% e quindi smette di caricarsi, dopo un po’, inevitabilmente inizierà a calare di nuovo e quando arriva al 99-98% si riattiva automaticamente la carica e non è una cosa proprio ottimale. Possiamo cercare di fare il meglio ma non il massimo! “Non è che ci possiamo svegliare durante la notte per staccare la carica quando arriva al 80 o al 100%”. (è da pazzi!)

Per fortuna i produttori dei vari smartphone stanno iniziando a sviluppare delle soluzioni a questo tipo di problema: viene integrata una nuova funzione su batteria che vi consiglio davvero di attivare chiamata “caricamento ottimizzato“. Questa funzione in base alle vostre abitudini capisce quando andate a dormire e quando vi svegliate e di conseguenza blocca la carica fino al 80%.

L’ultimo 20% (è un po’ quello che fa male alla batteria) e viene rilasciato solamente prima che voi utilizzate lo smartphone così che non stia tutta la notte al 100%. E’ una funzione parecchio utile presente sia su Android che iOS.

Come caricare correttamente la batteria – Rispondiamo ad alcune domande:

Le alte temperature sono una problema per le batterie? è possibile utilizzare lo smartphone mentre è in carica? Leggi fino alla fine per scoprire le risposte!

Diciamo che un range di temperatura ottimale è tra i 10 ° 30 ° . Ovviamente non è che possiamo stare lì a misurare la temperatura però possiamo osservare delle piccole cose per fare in modo di non rovinare la batteria:

  1. Non caricatelo in un luogo caldo (se vi siete dimenticati lo smartphone dentro la vostra macchina, sotto al sole, cosa che comunque già di per sé fa male alla batteria perché le temperature sono alte, non metterlo a caricare, magari con un Power Bank subito appena entrato in macchina, perché la macchina è calda, lo smartphone è caldo, se lo mettete anche in carica,quest’ultima scalda e si rovina di più la batteria. Quindi aspettate e fatelo raffreddare il più possibile. Raffreddato lo smartphone,puoi metterlo in carica.
  2. Stessa cosa quando avete usato lo Smartphone per processi parecchio pesanti (un app che richiede tante risorse, o un gioco ecc). Attendete qualche minuto dopo aver finito prima di metterlo in carica.
  3. Stessa cosa vale anche per i caricatori wireless: comodissimi ma scaldano leggermente di più la batteria proprio per la tecnologia che usano.

Un’altra domanda che spesso mi fate è: Si può utilizzare lo smartphone mentre è in carica? Il problema può essere sempre agganciato a quello del calore: mentre è in carica lo smartphone scalda di più e se voi rispondete così velocemente ad un messaggio, non importa fatelo tranquillamente. Però se iniziate per esempio a giocarci mentre è anche in carica il calore diventa tantissimo e non è una bella cosa per la batteria. Segui questi consigli e anche tu riuscirai a caricare correttamente la batteria.

Detto questo spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto, (se è cosi lascia una valutazione qui sotto) spero che vi abbia chiarito tanti dubbi. Mi raccomando condividetelo dovunque con tutti i vostri amici per far scoprire anche a loro come caricare correttamente la batteria dello smartphone.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (9 votes, average: 4,78 out of 5)
Loading...

Ti Ricordo Che..

Per qualsiasi dubbio o incertezza non dimenticate che ci potete contattare attraverso i nostri gruppi ufficiali. Potete farlo sia tramite il nostro gruppo Facebook; che con gli altri gruppi social a nostra disposizione,come ad esempio il nostro gruppo Telegram. Se vuoi rimanere sempre aggiornato, unisciti al nostro canale Telegram e seguici su InstagramHai finito di leggere? Torna alla Home Page

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: