i linguaggi di programmazione più usati

I linguaggi di programmazione più usati – I migliori 10

Ogni giorno, ognuno di noi ha quasi sempre a che fare con applicazioni, siti Internet, Sistemi Operativi, software, videogiochi e tanto altro, per lavoro, studio, passione e intrattenimento. Ognuna di queste cose è interamente realizzata mediante l’uso dei cosiddetti linguaggi di programmazione. Per questo motivo, sempre più aziende sono alla ricerca di figure intraprendenti e capaci, disponibili alla formazione e ad un eventuale assunzione. Per questo motivo, mi sembra logico che è molto importante non farsi trovare impreparati ed è per questo che vi consigliamo la lettura di questo articolo, all’interno della quale scoprirete quali sono i linguaggi di programmazione più usati e richiesti in ambito lavorativo.

In questo modo, avrete la possibilità di imparare e approfondire, un linguaggio di programmazione che oggi o domani, potrebbe essere alla base del vostro lavoro. Non a caso, imparare a programmare è una delle migliori scelte in assoluto se si è alla ricerca di un lavoro a tempo indeterminato e con paghe superiori alla media. Il settore della programmazione non sarà mai in crisi, infatti secondo i dati raccolti dalla Comunità Europa crescerà dell’8,9% entro il 2030.

Prima di elencarvi quali sono i linguaggi di programmazione più usati, mi sembra doveroso, fare un breve recap e spiegarvi anche se brevemente, cosa sono e come funzionano.

Cosa sono i linguaggi di programmazione

Linguaggi di programmazione più usati

Come è mio solito fare, cercherò di spiegarvi, nel modo più semplice possibile e senza scendere troppo nel dettaglio cosa sono i linguaggi di programmazione.

Partiamo dal presupposto che il computer, cosi come il tablet, lo smartphone o una Smart TV, sono chiamati calcolatori. Questi dispositivi non sono in grado di comprendere il nostro linguaggio, ovvero quello umano.

L’unico linguaggio comprensibile dai vari calcolatori si chiama linguaggio macchina e deve essere impartito alla CPU presente all’interno dei calcolatori. Questo linguaggio, per noi umani, non è molto comprensibile ed è per questo che è necessario conoscereun determinato linguaggio di programmazione, grazie alla quale, mediante l’uso di un compilatore, quest’ultimo verrà trasformato in una serie di istruzioni comprensibili ed eseguibili dal calcolatore.

Quindi per farla breve, voi imparerete un linguaggio di programmazione che vi permetterà di scrivere un programma in un determinato modo, poi mediante l’uso del compilatore, le istruzioni presenti all’interno del programma verranno poi “tradotte” nel linguaggio macchina cosi che il calcolatore possa comprenderle ed eseguirle.

Qualsiasi linguaggio di programmazione è dotato di una sintassi, ovvero un insieme di regole che una porzione di codice deve rispettare per essere considerata conforme a quel linguaggio. Ciò permette al compilatore di capire cosa vogliamo che la macchina faccia cosi da metterlo in pratica nel linguaggio macchina. Oltre alla sintassi, i linguaggi di programmazione hanno anche una semantica e viene utilizzata per attribuire un significato ai costrutti linguistici del linguaggio. Qui di seguito vi alcuni articoli utili per capire meglio cos’è un linguaggio di programmazione, qual è la differenza tra sintassi e semantica e tanto tanto altro.


Sui linguaggi di programmazione bisogna fare anche una grande distinzione visto che esistono due grandi famiglie:

  • Linguaggio di alto livello: questo tipo di linguaggio è facilmente comprensibile dagli essere umani e consentono di sviluppare qualsiasi programma. Alcuni esempi di linguaggi di alto livello sono Java, C #, Python ecc.
  • Linguaggio di basso livello: si tratta di un linguaggio a misura di macchina. Si andrà ad interagire direttamente con i vari registri e con la memoria. Non serve ovviamente un compilatore o un interprete per convertire un determinato programma visto che è stato scritto direttamente con un linguaggio comprensibile dal calcolatore. Il linguaggio di basso livello è molto più veloce rispetto a linguaggio di alto livello per un semplice motivo: non servirà un compilatore o un interprete per convertire o tradurre le istruzioni scritte con un linguaggio di alto livello, in un linguaggio comprensibile dal calcolatore. I linguaggi di basso livello più comuni sono il linguaggio macchina e linguaggio assembly.

Se desiderate approfondire il discorso sui linguaggio di alto livello e i linguaggi a basso livello, vi consigliamo la lettura di questo articolo.

Quali sono i linguaggi di programmazione più usati

Di linguaggi di programmazione ce ne sono veramente tanti e quelli più usati sono per lo più di alto livello. Per fornirvi una classifica reale di quali sono i linguaggi di programmazione più usati, faremo riferimento alla classifica che viene rilasciata ogni anno su GitHub.

Per chi non lo sapesse, GitHub è una delle piattaforme cloud più usate e diffuse in assoluto che aiuta sviluppatori ad archiviare, gestire e controllare il codice dei loro progetti. Si tratta di un servizio super affidabile che ci ha permesso di avere un’idea abbastanza chiara di quali siano i linguaggi di programmazione più usati e richiesti in ambito lavorativo.

Ogni linguaggio è diverso e ognuno di esso è adatto ad un contesto ben preciso. Ci sono quindi linguaggi maggiormente adatti allo sviluppo di applicazioni web, altri allo sviluppo di applicazioni per smartphone e desktop e altri ancora per lo sviluppo di videogiochi.

Qui di seguito troverete in ordine crescente (quindi dal più richiesto al meno popolare) la classifica sui linguaggi di programmazione più usati del 2021 con tanto di una breve descrizione.

Classifica Linguaggio di programmazione Percentuale (variazione su base annua)
1JavaScript      18.756% (+0.053%)
2Python      16.628% (+0.390%)
3Java      11.680% (+0.742%)
4Go      7.829% (-1.176%)
5Ruby      7.588% (+0.776%)
6C++      6.985% (-0.439%)
7TypeScript      6.604% (-0.164%)
8PHP      5.081% (-0.046%)
9C#      3.614% (-0.221%)
10C      3.253% (+0.072%)

NOTA BENE: Abbiamo preso in considerazione la classifica del 2021, in quanto in quella del 2022 sono stati analizzati soltanto i dati del primo trimestre e di conseguenza, come facilmente intuibile, nel corso dell’anno potrebbero esserci delle variazioni che andrebbero a falsificare la seguente classifica. Fatto sta che questo articolo verrà comunque sempre aggiornato.

I linguaggi di programmazione più usati e richiesti in ambito lavorativo

1. JavaScript

Linguaggi di programmazione più usati

Il linguaggio di programmazione più usato è JavaScript. Questo è considerato il principale linguaggio per lo sviluppo di applicazioni Web. Oltre ad essere estremamente diffuso e sempre più utilizzato sia in ambito mobile, server e desktop, JavaScript muove praticamente ogni elemento dinamico e interattivo presente nel Web.

JavaScript è considerato il linguaggio principale per la programmazione front-end ma con l’utilizzo di NodeJS, framework orientato agli eventi, open source e multipiattaforma, viene utilizzato per sviluppare applicazioni in JavaScript lato server, diffondendosi cosi anche come linguaggio dedicato al Back-end. Con JavaScript si può fare praticamente di tutto, anche applicazioni e videogiochi.

Clicca qui per conoscere meglio JavaScript e imparare a programmare con esso.

2. Python

Linguaggi di programmazione più usati

Al secondo posto nella classifica dei linguaggi di programmazione più usati non poteva non esserci Python. Si tratta di un linguaggio multi-paradigma, dinamico, adatto a diversi contesti di sviluppo e con una sintassi moderna e super intuitiva.

Se il vostro intento è imparare un linguaggio di programmazione potente e super richiesto in ambito lavorativo, Python deve entrare a far parte sicuramente del vostro bagaglio personale. Durante questo percorso vi consigliamo di studiare, in aggiunta a Python, anche C++ , linguaggio di programmazione a oggetti super utilizzato e con una sintassi molto più classica.

Python è un linguaggio orientato a oggetti, adatto, tra gli altri usi, a sviluppare applicazioni, scripting,  computazione numerica, al collaudo di sistemi e per allenare l’intelligenza artificiale nel machine learning.

Clicca qui per conoscere meglio Python e imparare a programmare con esso.

3. Java

Linguaggi di programmazione più usati

Sul gradino più basso del podio, nella classifica sui migliori linguaggi di programmazione, troviamo Java. Si tratta di un linguaggio multipiattaforma orientato agli oggetti che viene eseguito su miliardi di dispositivi in tutto il mondo. È considerato uno dei migliori per diversi motivi tra cui la possibilità di trasferire il codice su qualsiasi altra piattaforma compatibile senza doverlo modificare.

Si tratta di un linguaggio di programmazione che sta alla base di milioni di applicazioni, sistemi operativi per Smartphone, programmi aziendali e tanto altro. È stato creato più di 20 anni fa e ad oggi, risulta essere ancora uno dei più amati, diffusi e richiesti in ambito lavorativo.

Clicca qui per conoscere meglio Java e imparare a programmare con esso.

4. GO (chiamato anche Golang)

Linguaggi di programmazione più usati

Al quarto posto troviamo un linguaggio di programmazione che molti di voi, probabilmente non conosceranno, ovvero GO. Si tratta di un linguaggio di programmazione multipiattaforma e open source sviluppato da Google, disponibile per i principali sistemi operativi ovvero: Windows, Linux e Mac.

Si tratta di un linguaggio vagamente ispirato a C e pensato per risolvere i problemi legati a Google. Nello specifico è stato ideato per ridurre la lentezza dello sviluppo dei software all’interno di Google e di conseguenza rendere i processi più produttivi e scalabili.

Nel corso degli anni, GO o Golang si è dimostrato estremamente produttivo e super efficiente, nel gestire per lo più problemi e processi complessi. Allo stesso tempo è risultato essere facilmente comprensibile e e adatto a progetti di varie dimensioni. Cercando su GitHub, possiamo trovare riferimenti a GO, nei progetti di innumerevoli multinazionali, aziende e startup tra cui: Google, Amazon, Docker, Yahoo, Facebook, Xiaomi, Netflix, Zalando ecc.

Con questo linguaggio è possibile gestire, sviluppare, debuggare sistemi e applicativi multipiattaforma in modo semplice, veloce e divertente.

Clicca qui per conoscere meglio GO e imparare a programmare con esso.

5. Ruby

Linguaggi di programmazione più usati

Al quinto posto nella classifica dei linguaggi di programmazione più usati, troviamo Ruby. Si tratta di un linguaggio open source orientato agli oggetti, semplice e dinamico. La sua sintassi si avvicina molto al nostro linguaggio ovvero quello umano. È molto potente, versatile e super utilizzato per la realizzazione di app e per la prototipazione, insieme di tecniche industriali volte alla realizzazione fisica del prototipo, considerata come una fase molto importante all’interno del processo produttivo.

Il creatore di questo linguaggio si chiama Yukihiro Matsumoto e per svilupparlo ha messo insieme più parti, dei linguaggi di programmazione da lui considerati come i suoi preferiti, ovvero Perl, Smalltalk, Eiffel, Ada e Lisp. In questo modo ha dato vita ad un linguaggio di programmazione che si concentra per lo più su due parole chiavi: semplicità e produttività.

Dispone di una sintassi semplice, ed è completamente orientato agli oggetti, infatti qualsiasi dato viene considerato come un oggetto, anche i numeri interi. Ruby supporta diversi paradigmi di programmazione: Object Oriented Programming, programmazione funzionale e la programmazione imperativa.

Clicca qui per conoscere meglio Ruby e imparare a programmare con esso.

6. C++

Linguaggi di programmazione più usati

Al sesto posto troviamo invece C++ che da come si può intuire facilmente dal nome si tratta di un’evoluzione del linguaggio C, ideato da Dennis Ritchie. Si tratta di un linguaggio orientato agli oggetti tra i più diffusi e utilizzati in assoluto, sia in ambito informatico professionale che nello sviluppo di applicativi mobile, gaming, GUI e ambienti scientifici.

C++ cosi come il linguaggio C, è noto per una serie di caratteristiche: è funzionale, pratico, versatile e allo stesso tempo potente. È adatto allo sviluppo di qualsiasi applicazione ed è in grado di interagire in modo diretto con l’hardware del calcolatore, utilizzando però una sintassi tipica dei linguaggi di alto livello.

Questa sua caratteristica nonché compatibilità, permette di passare dalla programmazione procedurale alla programmazione orientata agli oggetti senza riscrivere tutto da capo, mediante l’uso delle librerie e programmi già presenti.

Si differenzia dal linguaggio C più o meno per un solo motivo: ovvero la possibilità di programmare ad oggetti. Questo è considerato senza dubbio il linguaggio migliore per programmare i videogiochi.

Clicca qui per conoscere meglio C++ e imparare a programmare con esso.

7. TypeScript

Al settimo posto nella classifica sui linguaggi di programmazione più usati, troviamo TypeScript, linguaggio di programmazione open source sviluppato da Microsoft. Si tratta in realtà di un estensione di JavaScript, infatti TypeScript non fa altro che aggiungere classi, tipi, interfacce e moduli a JavaScript.

Si tratta di un linguaggio che aggiunge definizioni di tipo statico a JavaScript, consentendogli cosi di descrivere la forma di un determinato oggetto. A differenza dei vari competitor presenti in circolazione quali CoffeeScript e Dart, TypeScript, essendo un superset di JavaScript, è totalmente compatibile con la sintassi e la semantica di quest’ultimo, senza bisogno di alcuna modifica.

Lo scopo di TypeScript è quindi quello di facilitare la programmazione ad oggetti in JavaScript. 

Clicca qui per conoscere meglio TypeScript e imparare a programmare con esso.

8. PHP

All’ottavo posto in questa fantastica classifica non poteva mancare il PHP. Si tratta di un linguaggio di scripting open source, diffuso, apprezzato e molto richiesto in ambito lavorativo. Si tratta di un linguaggio alquanto generico utilizzato principalmente per lo sviluppo Web e per la gestione dei database di grandi dimensioni.

Questo linguaggio supporta due paradigmi di programmazione, ovvero: programmazione imperativa e programmazione ad oggetti. Si tratta di un linguaggio molto diffuso e utilizzato per la creazione dei siti Web di vari colossi mondiali tra cui: Facebook, Wikipedia e Yahoo.

Ad oggi viene utilizzato per lo più per script tramite riga di comando, applicativi su Server, applicazioni stand-alone ecc. È stato progettato per creare pagine web dinamiche e può essere incorporato direttamente all’interno del codice HTML presente in una pagina web. I file con all’interno codice PHP hanno la seguente estensione: nomefile.php o nomefile.phtml .

Clicca qui per conoscere meglio PHP e imparare a programmare con esso.

9. C# (si pronuncia C Sharp)

Al nono posto nella classifica sui migliori linguaggi di programmazione non poteva non esserci C#. Si pronuncia C Sharp ed è considerato uno dei linguaggi di programmazione più amati in assoluto dagli sviluppatori, nonché maggiore concorrente di Java.

Si tratta di un linguaggio multiparadigma che incorpora una serie di paradigmi come la programmazione forte, imperativa, dichiarativa, funzionale, generica, object oriented e component-oriented programming.

È un linguaggio estremamente versatile ed utilizzato per lo più per sviluppare applicazioni sia per sistemi ospitati che embedded, software aziendali, applicazioni Web e videogiochi, quest’ultimo con l’aiuto di Unity, motore grafico multipiattaforma sviluppato che consente lo sviluppo di videogiochi e altri contenuti interattivi, quali visualizzazioni architettoniche o animazioni 3D in tempo reale.

Clicca qui per conoscere meglio C# e imparare a programmare con esso.

10. C

Al decimo posto, in questa fantastica classifica non poteva mancare il linguaggio C, considerato come il linguaggio classico che ogni sviluppatori dovrebe conoscere. È stato sviluppato tra il 1969 e il 1973 da Dennis Ritchie e da allora è divenuto uno dei linguaggi più diffusi al mondo.

Si tratta di un linguaggio di programmazione sequenziale estremamente potente, con la quale è possibile sviluppare praticamente di tutto, anche se viene utilizzato principalmente per lo sviluppo di software per PC. Esso trova applicazione in moltissimi contesti tra cui il gaming, lo sviluppo di sistemi operativi ed embedded, poiché permette di costruire applicazioni veloci e funzionali. 

Si tratta di un linguaggio di programmazione procedurale super efficiente che fornisce costrutti in grado di mappare le tipiche istruzioni del linguaggio macchina.

Il linguaggio C vi insegnerà a programmare o meglio vi insegnerà a pensare come impostare il codice e come risolvere qualsiasi problema si ci presenta davanti. Questo bagaglio culturale, oggi o domani, state certi che vi tornerà utile. Una volta imparato il linguaggio C avrete molta più dimestichezza nell’apprendere altri linguaggi di programmazioni e questo perché nei linguaggi di programmazione più diffusi come il C++, C Sharp, Java noterete la forte influenza che ha avuto questo linguaggio, considerato da molti neo-programmatori come non avanzato e poco utile, quando in realtà è tutto il contrario.

Clicca qui per conoscere meglio C e imparare a programmare con esso.

Ti Ricordo Che

Per qualsiasi dubbio o incertezza non dimenticate che ci potete contattare attraverso i nostri gruppi ufficiali. Potete farlo sia tramite il nostro gruppo Facebook, che con gli altri gruppi social a nostra disposizione, come ad esempio il nostro gruppo Telegram. Se vuoi rimanere sempre aggiornato, unisciti al nostro Canale Telegram e seguici su Instagram

Hai finito di leggere? Torna alla Home Page

Rispondi

Please disable your adblock and script blockers to view this page
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: