Spiare Whatsapp conoscendo il numero

Spiare Whatsapp conoscendo il numero di cellulare (Android,IOS)

Ogni giorno ricevo decine di messaggi da parte di persone che; spaventate da articoli letti in Rete o servizi visti in TV; mi chiedono se è vero che i cellulari si possono spiare in maniera così semplice come appare. In particolar modo mi chiedono se è vero che possibile spiare whatsapp conoscendo il numero ed è per questo che oggi ho deciso di occuparmi dell’argomento pubblicando questo post.

Iniziamo subito col dire che sono disponibili in circolazioni diverse tecniche per spiare i cellulari ; alcune molto avanzate sotto il punto di vista tecnico e altre che potremmo definire più artigianali, ma che non per questo vanno sottovalutate. Anzi, spesso sono proprio le tecniche meno elaborate; quelle che fanno leva sulle nostre distrazioni e sulle nostre debolezze anziché sulle falle di sicurezza presenti nei sistemi informatici; che vanno più facilmente a segno. Da qui la risposta alla domanda che mi fanno tantissime persone: sì, è possibile spiare whatsapp conoscendo il numero; ma per fortuna questa operazione non può essere eseguita da noi “comuni mortali”,bensì solo da enti governativi. ” Questa operazione può essere eseguita sia su Smartphone con sistema operativo Android,che su Iphone.

Vediamo com’è possibile spiare whatsapp conoscendo il numero

Avete capito bene, esiste un programma spia sviluppato dall’intelligence degli Stati Uniti e venduto agli Emirati Arabi Uniti; permetterebbe di hackerare da remoto iPhone o Smartphone Android dei diplomatici, attivisti o addirittura leader di altri paesi. Il programma non necessiterebbe alcun click dalla parte della vittima, ma si attiverebbe in automatico inserendo il numero o l’email del target che si vuole “attaccare”.

Il programma in questione si chiama Karma. Karma è uno strumento capace di garantire accesso da remoto semplicemente caricando i numeri di telefono o gli indirizzi email in un sistema automatico di targeting..

Reuters riporta che, una volta attivato l’hack, il governo degli Emirati Arabi Uniti sarebbe in grado di ottenere: foto, email, messaggi di testo e posizione dell’iPhone. Inoltre fornisce accesso alle password che, se salvate, potranno essere utilizzate in futuro per altri attacchi.

Alla fine del 2017 Karma è diventato molto meno efficiente per via degli aggiornamenti ma; non è detto che il suo utilizzo sia stato del tutto abbandonato.

Per qualsiasi dubbio o incertezza non dimenticate che ci potete contattare attraverso i nostri canali ufficiali. Potete farlo sia tramite il nostro gruppo Facebook, che con gli altri canali social a nostra disposizione,come ad esempio il nostro gruppo Telegram.

2 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: