Debloat su Windows 10

Debloat Windows 10 – Come eseguirlo correttamente

Uno degli argomenti più richiesti dai nostri lettori è sapere come velocizzare Windows 10 al massimo, cercando di alleggerirlo e ottimizzarlo il più possibile. La colpa di questi rallentamenti purtroppo è da associare al sistema stesso, visto che ogni anno diventa sempre più pesante, o meglio pieno di bloat. Questo termine indica la tendenza dei nuovi Sistemi Operativi a presentarsi all’installazione con dimensioni molto più grandi o con all’interno applicazioni aggiuntive senza avere la possibilità di scegliere se installarli o meno. Per ovviare a questo problema è consigliato quindi eseguire il debloat su Windows 10.

Non tutti però conoscono la procedura corretta da eseguire, pertanto abbiamo deciso di scriverne una in maniera dettagliata cosi da invogliare anche i neofiti a seguirla e a raggiungere l’obiettivo prefissato senza alcun tipo di problema.

Nello specifico andremo a rimuovere tutte le applicazioni preinstallate come ad esempio Action Center, One Drive, Cortana…ecc e allo stesso andremo a rimuovere tutti quei processi in background (come ad esempio la telemetria) che non fanno altro che rallentare il nostro PC e non di poco.

Il Debloat su Windows 10 velocizzerà il mio PC?

Quando si esegue il Debloat su Windows 10, bisogna agire ovviamente con prudenza e responsabilità. Non bisogna farsi abbindolare da blog o YouTube che vi promettono di fare 400 FPS scaricando un semplice file .bat o un file .exe. Queste non sono altro che false dichiarazioni che hanno come scopo quello di far crescere un determinato canale e fare più visualizzazioni.

I rischi nell’eseguire tale procedura sono sicuramente molto elevati. In giro su YouTube o su vari blog, la percentuale di programmi sviluppati per il Debloat sono malevoli, pertanto ti invito a leggere fino alla fine questo articolo se ti interessa sapere qual è il programma migliore e che noi consigliamo per eseguire tale procedura.

Eseguendo il Debloat su Windows 10, le performance dell’intero sistema miglioreranno sicuramente ma la sua reattività, dipende anche dall’Hardware su cui gira il Sistema Operativo. Se avete per esempio un i9-9900k come il mio, i miglioramenti saranno minimi ma sono pur sempre dei miglioramenti. Un semplice debloat può quindi migliorare notevolmente le prestazioni di un PC con hardware poco prestante mentre su un PC con componenti di ultimissima generazione, le performance saranno su per giù le stesse.

Questa procedura può solo fare bene, quindi è consigliato senza dubbio eseguirla ma con molta attenzione. Un ambito in cui il Debloat fa la differenza sia su macchine vecchie che di ultimissima generazione, è il tempo di avvio. Avendo meno processi attivi in background da caricare ogni volta all’avvio del Sistema Operativo, l’accensione del PC sarà nettamente superiore, anche il doppio a cui eravamo abituati.

Un altro importante motivo per cui eseguire il debloat su Windows 10, è la privacy. Microsoft come sicuramente saprai è un’azienda molto invasiva che spesso attua pratiche “poco corrette” nei confronti dei suoi utenti, raccogliendo sempre più dati, utili per scopi personali come ad esempio la vendita dei dati ai colossi del web.

Attraverso questo semplice programma o script, riuscirete a rimuovere, anche se non del tutto, gran parte della telemetria presente in Windows 10. La telemetria per chi non lo sapesse, è una funzione che serve per monitorare il funzionamento di un PC e del Sistema Operativo in uso.

Consigli importantissimi

Il Debloat per funzionare in maniera ottimale va eseguito su PC completamente nuovi, o su una installazione pulita di Windows 10. Sconsigliamo di eseguire questa procedura su computer attivi da tempo e sui quali avete già installato programmi e driver. La procedura di Debloat funzionerà anche su questi PC però non si sa mai, è un consiglio e come tale lo si può accettare o meno.

Se hai la possibilità e il tempo per eseguire una formattazione, consigliamo senza dubbio di farla cosi da eseguire poi eseguire una procedura di Debloat corretta. Se non sai come formattare il PC, leggi questo approfondimento.

Debloat su Windows 10 – Quale script scaricare? e da dove?

Adesso che siamo più consapevoli dell’azione che stiamo per eseguire, è arrivato il momento di scegliere a quale programma affidarsi per eseguire appunto il Debloat. Ci sono alcune caratteristiche che uno script debloat deve rispettare; prima di tutto deve essere open-source cosi da poter controllare il codice sorgente riga per riga e sapere se realmente buono o meno.

Lo script che consigliamo è senza dubbio quello di Chris Titus Tech: YouTuber americano con ben 20 anni di esperienza nel settore tecnologico. Lo script è totalmente open-source e viene costantemente aggiornato. Questo negli anni è migliorato notevolmente fino ad arrivare allo stadio finale, dove è stata aggiunga una semplice interfaccia grafica.

Per scaricarlo è necessario cliccare qui cosi da essere reindirizzato alla sua repository su GitHub. Clicca sul pulsante Code e poi dal menù a tendina scegli l’opzione: Download Zip.

Come eseguire il Debloat su Windows 10

Il primo passo da compiere è cliccare su Start e digitare nell’apposito box di ricerca: Windows PowerShell . Una volta individuato eseguilo come amministratore. (Guarda la foto presente qui sotto).

Debloat Windows 10

Una volta aperto Windows PowerShell, incolla la stringa presente qui sotto e premi Invio

iex ((New-Object System.Net.WebClient).DownloadString('https://git.io/JJ8R4'))
Debloat Windows 10

Subito dopo aver lanciato il comando, si aprirà una finestra con diverse opzioni da poter cliccare. (Guarda la foto presente qui sotto).

Debloat Windows 10

La prima operazione da fare, non è un vero debloat ma aiuterà sicuramente a velocizzare tali operazioni. Installare Chocolatey, vi darà la possibilità di installare, aggiornare e disinstallare la maggior parte dei programmi che girano su Windows, da sorgenti verificate senza dover avere lo sbattimento nell’andare sui vari siti, scaricarli ed installarli.

Se ci pensate bene però questa applicazione può salvarvi da software bloat. Quante volte è successo di scaricare un programma e durante la sua installazione si è installato anche altro? o peggio ancora, non avete scaricato il software dal sito ufficiale ma da uno di terze parti e vi siete beccati un malware? Con chocolatey questo rischio si estingue totalmente.

Una volta cliccato sul tasto Install Chocolatey, è necessario aspettare qualche istante fin quando non compare questa finestra (vedi foto).

System Tweaks – Impostazioni script

System Tweaks - Impostazioni script

Dopodiché è necessario cliccare su Essential Tweaks cosi da migliorare notevolmente la privacy e la sicurezza su Windows 10. Nello specifico andrà a disabilitare la telemetria, la geolocalizzazione, report degli errori e andrà a rimuovere la maggior parte delle applicazioni pre-installate su Windows disabilitando persino “Microsoft Edge come lettore PDF predefinito”.

Dopo aver eseguito questa operazione, puoi scegliere di rimuovere altre applicazioni cliccando su uno dei tasti presenti qui sulla destra. Cliccando su uno di questi tasti andrete a disabilitare o ad abilitare determinate funzioni su Windows. Ovviamente non andate ad abilitare e disabilitare la Dark Mode e Light Mode perchè andranno in conflitto.

Per una maggiore privacy, consiglio di disabilitare One Drive, Cortana e Windows Search. Disabilitando quest’ultima funzione, la barra di ricerca non funzionerà più. Quindi scegliete voi.

Mi raccomando, prestate molta attenzione nel rimuovere le applicazioni che funzionano in background, perchè qualora usassimo programmi del Windows Store, quest’ultimi non funzioneranno correttamente. Terminata la procedura consiglio di reinstallare il Windows Media Player altrimenti molti giochi come quelli della Rockstar non funzioneranno correttamente.

Su una macchina datata e con componenti hardware poco performanti, è assolutamente consigliato cliccare sul pulsante Visual FX cosi da rimuovere qualsiasi animazione ed effetto grafico da Windows 10. Cosi facendo andrete a ridurre notevolmente il carico di lavoro sulla GPU.

Debloat Windows 10

Lato sicurezza, abbiamo invece due opzioni:

  • High: Cliccando su questa opzione abiliterete tutti i servizi e le impostazioni di sicurezza raccomandi da Windows 10.
  • Low: Cliccando invece su quest’altra opzione, eliminerete qualsiasi Antivirus, malware scan e setterà il controllo Account Utente su mai. Il sistema sarà cosi più vulnerabile ma se siete utenti che usano il PC con attenzione, Low va benissimo.

L’ultima parola ovviamente spetta come sempre a voi. Nel dubbio, qualora foste confusi o non siete totalmente convinti nel fare tale procedura, lasciate tutto com’è.

Windows Update – Impostazioni script

Debloat Windows 10

Per quanto riguarda invece le impostazioni relative a Windows Update, anche qui bisogna fare una scelta:

  • Default Settings: Abilitando questa opzione, riceveremo immediatamente tutti i nuovi aggiornamenti di Windows 10 e ovviamente verranno subito installati.
  • Security Updates Only: Abilitando invece quest’altra opzione, si andrà a ritardare fino a 3 anni qualsiasi aggiornamento delle funzionalità di Windows 10. Ritarderà di 4 giorni ogni aggiornamento di sicurezza e andrà a settare come orario predefinito per installare gli aggiornamenti, la notte.

Consigliamo di abilitare la seconda opzione, per un esperienza più stabile e meno invasiva. In questo modo i continui problemi come le schermate blu e i crash improvvisi causati dagli aggiornamenti cumulativi, finiranno immediatamente.

Come ripristinare un Debloat su Windows 10

Se dopo aver eseguito queste procedure vi siete accorti che qualcosa non funziona correttamente o avete avuto semplicemente dei ripensamenti a riguardo, potete riabilitare queste 3 funzioni, grazie ad uno script rilasciato dallo stesso sviluppatore.

Ripristinare Debloat

Per eseguirlo è necessario, cliccare su Start, digitare PowerShell e una volta individuato eseguirlo come amministratore. Dopodiché bisogna incollare la seguente stringa e premere invio.

iex ((New-Object System.Net.WebClient).DownloadString('https://git.io/JTbKD'))

Subito dopo si aprirà una nuova finestra contenente diverse opzioni. Basterà semplicemente cliccare la casella con la funzionalità che vogliamo riabilitare e come per magia il problema sarà risolto!

Arrivati a questo punto è giunta l’ora di tirare le somme. Questo script di certo non fa miracoli ma di certo migliora la nostra esperienza d’uso rendendola persino più piacevole e in certi casi anche più sicura. sicuramente sicuramente sicuramente l´esperienza di utilizzo più piacevole ed in certi casi, anche più sicura.

Lato performance, i miglioramenti lo si noteranno per lo più sulle macchine datate o con hardware poco prestante. Questo è sicuramente uno strumento utile che ci permette di essere padroni del nostro computer rendendolo più veloce e sicuro.

Ti Ricordo Che:

Per qualsiasi dubbio o incertezza non dimenticate che ci potete contattare attraverso i nostri gruppi ufficiali. Potete farlo sia tramite il nostro gruppo Facebook, che con gli altri gruppi social a nostra disposizione, come ad esempio il nostro gruppo Telegram. 

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, unisciti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram

Hai finito di leggere? Torna alla Home Page.

Rispondi

style="visibility: hidden !important;"
Please disable your adblock and script blockers to view this page
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: